Il riconoscimento avvenuto nella cerimonia di ieri a Roma nel Salone d’Onore del Coni. Obiettivo, favorire la pratica di questa disciplina come “esperienza sportiva di comunità”, con una “forte attenzione” agli aspetti “dell’inclusione e della solidarietà con le persone più fragili”

Vatican News

Una nuova affiliazione ha visto Athletica Vaticana inserirsi ulteriormente nell’articolato mondo delle Federazioni sportive internazionali, Ieri è stata la volta di quella del Padel, che ha riconosciuto ad Athletica Vaticana lo status di membro ufficiale del sodalizio.
 

Il riconoscimento per Vatican Padel (sezione della polisportiva Athletica Vaticana) è avvenuto ieri a Roma, nel Salone d’Onore del Coni, il Comitato Olimpico Nazionale Italiano, in occasione dell’Assemblea generale annuale. L’Associazione sportiva pontificia – affidata dalla Segreteria di Stato al Pontificio Consiglio della Cultura, con personalità giuridica canonica e sede nella Città del Vaticano –  è già membro ufficiale dell’Unione Ciclistica Internazionale e di World Taekwondo, mentre è in via di definizione l’iter per l’ingresso nel World Athletics per quanto riguarda l’atletica leggera.

Athletica Vaticana ha iniziato tre anni fa il suo servizio tra le donne e gli uomini di sport. È formata da cittadini e dipendenti vaticani e dai loro familiari di primo grado e in considerazione della particolarità e anche delle ridotte dimensioni della realtà vaticana, il riconoscimento dell’International Padel Federation, sottolinea un comunicato ufficiale, “ha anzitutto l’obiettivo di favorire la pratica del padel come esperienza sportiva di comunità, con una forte attenzione alle dimensioni del servizio, della gratuità, della amatorialità, dell’inclusione e della solidarietà con le persone più fragili”.

La scelta di Athletica Vaticana di promuovere il padel, si legge nella nota, “nasce dalla popolarità di questo sport anche nel mondo vaticano e dalla constatazione delle opportunità di creare ‘ponti’ tra le diverse culture e religioni. Uno stile che fa parte dell’essenza stessa di Athletica Vaticana nel dialogo fraterno già avviato in amicizia con la comunità sportiva, amatoriale e professionistica. Per essere davvero, anche nello sport, ‘Fratelli tutti’ come suggerisce Papa Francesco”.



Source link