MANTOVA Il San Lazzaro vince 2-1 il derby con il Suzzara, ribaltando nel finale la partita. Al gol di Moretti del minuto 66, rispondono all’88’ Del Bar e nel recupero il subentrato Cerani, che consegnano tre punti insperati ai ragazzi di mister Jacopetti. E aprono la “crisetta” del Suzzara, giunto al terzo ko di fila.
La partita inizia con un’intensità elevatissima e ritmi forsennati. Al 17’, il Suzzara ha la prima grande occasione del match: Akinbinu, solo davanti al portiere, viene atterrato da Visentini, con conseguente calcio di rigore calciato da Terragin e ottimamente respinto da Varliero. Al 39’, calcio d’angolo dalla sinistra e colpo di testa di Moretti, che trova ancora prontissimo Varliero. La prima frazione si chiude così con un pareggio che sta un po’ stretto ai ragazzi di Bizzoccoli. I quali iniziano bene la ripresa, schiacciando nella propria metà campo il San Lazzaro. Al 57’, Akinbinu si accende con una grande accelerazione liberandosi di due difensori, ma trova sulla propria strada Varliero in giornata di grazia. Al 59’, di nuovo Akinbinu va vicino al gol con un’altra grande azione personale, ma la conclusione viene deviata in calcio d’angolo. Gli ospiti premono e al 66’ trovano meritatamente il vantaggio: lancio lungo della difesa che trova libero Moretti, che batte a tu per tu l’estremo difensore del SanLa con un precisissimo pallonetto dal limite dell’area destra. I padroni di casa non riescono a essere pericolosi e rischiano di subire il secondo gol in due occasioni. All’84’, però, la gara svolta. Il sinistro ben piazzato di Del Bar si infrange sul palo alla sinistra di Zapparoli. Quest’occasione spaventa il Suzzara e carica considerevolmente i padroni di casa, che nel finale provano a pareggiare la partita. All’88’ arriva infatti la rete che riporta il match in parità: gran tiro di Del Bar, che sfrutta una ribattuta corta della difesa ospite, colpevole di aver lasciato l’esterno solo al limite dell’area di rigore. I ragazzi di mister Jacopetti rimangono in inferiorità numerica nel recupero, ma il Suzzara sembra aver accusato il colpo dopo l’inaspettato pareggio e al 94’ arriva l’incredibile ribaltone: cross innocuo dalla fascia sinistra del San Lazzaro che causa, però, un’indecisione difensiva fatale tra Manuel Dondi e Zapparoli; il subentrato Cerani è pronto in mezzo all’area ad approfittarne, insaccando il pallone del 2-1.
Il derby termina così con una vittoria a tratti insperata per il San Lazzaro e con il Suzzara che torna a casa con il rammarico di essersi disunito sul più bello e di non averla chiusa prima.

Articolo PrecedenteL’Italia sceglie il centrodestra, Fratelli d’Italia primo partito



Source link