in collaborazione con Ivailo Banchev, di Sportal.bg

Finale per la Coppa di Bulgaria 2023:
HEBER PAZARDZIK – DEYA SPORT BURGAS 3-2 (15:25, 21:25, 25:21, 25:21, 15:12) 
HEBER: Alexander Tush 1, Giulio Sabbi 22, Jacopo Massari 14, Todor Alexiev 4, Viktor Yosifov 11, Nikolay Nikolov 12, Teodor Salparov (L); Martin Simeonov 3, Trifon Lapkov 2, Dobromir Dimitrov 4, Iliya Petkov). All. Camillo Placì
DEYA SPORTS: Georgi Bratoev 4, Nikolay Uchikov 19, Todor Valchev 15, Valentin Bratoev 16, Stefano Patriarca 9, Stefan Chavdarov 9,  Martin Ivanov (L); Ivan Dunkov (L), Borislav Nikolov 1, Samuil Valchinov 3, Dimitar Vasilev, Dimitar Dulchev 1.
All. Francesco Cadeddu
Vasil Levski Hall, Pazardzhik
Spettatori: 1850
Arbitri: Alexander Vinaliyev, Simeon Ivanov

I tecnici italiani Camillo Placì e Francesco Cadeddu

PAZARDZHIK (Bulgaria) – L’Heber Pazardzhik vince la Money+ Cup di Bulgaria 2023. Ma che fatica! Il lavoro di Francesco Cadeddu sul Deya Sport si vede, ma, trascinato dai 22 punti di Sabbi, l’Hebar ha saputo ribaltare la finale dallo 0-2 al 3-2  dando la coppa al team di Camillo Placì. 
Davanti a 1.850 spettatori nella sala “Vasil Levski” di Pazardzhik l’Heber ha difeso il trofeo vinto lo scorso anno e ha vinto la coppa nazionale per la quarta volta nella sua storia.

Le due squadre hanno giocato una partita alla pari in cui il Deya Sport è andata in vantaggio 2-0 con un gioco molto efficace in attacco e muro, ma poi i padroni di casa del Pazardzhik, ispirati dal sostegno del pubblico del proprio palasport, ha alzato significativamente il livello di gioco di tutta la squadra e ha realizzato un completo ribaltamento della gara per vincere il trofeo.

La finale è stata la degna conclusione della competizione di tre giorni, mettendo a confronto le due migliori squadre del lotto. La partita è stata una disputa tra due selezionatori italiani – Camillo Placì e Francesco Cadeddu, e sul campo da tre connazionali – Jacopo Massari e Giulio Sabbi e Stefano Patriarca.

Giulio Sabbi è stato il più efficace nell’Heber con 22 punti (2 ace, 1 muro, 50% di efficienza in attacco – +9 finale). Jacopo Massari ha realizzato 14 punti (3 ace, 1 muro, 59% efficienza in attacco, ricezione positiva al 66% – +7). Stefano Patriarca ha messo a terra 9 punti (3 muri, 86% efficienza in attacco – +7).
L’ex palleggiatore di Perugia Dobromir Dimitrov, entrato nel terzo parziale, ha ribaltato le sorti del match, è stato eletto MVP.



Source link