Chi è Ema Motorsport, il meccanico morto impiccato nella sua officina: scopriamo la vera storia dietro la bufala. L’uomo aveva 45 anni e si chiamava Emanuele Sabatino. La notizia della sua morte ha scosso il web. Ema era infatti famoso su YouTube e aveva un grandissimo seguito. A dare il tragico annuncio sono stati la moglie, la famiglia e i meccanici con cui lavorava, tramite un comunicato diffuso sui social. Online nelle ultime ore è stato scritto di tutto. Girano voci su un presunto fallimento che lo avrebbe portato a compiere un gesto estremo. Ma è davvero così? Ecco che cosa c’è dietro.

Chi è Ema Motorsport morto impiccato: perchè si è suicidato

Emanuele Sabatino è stato trovato morto impiccato nella sua officina a Broni, in provincia di Pavia. Secondo alcuni la causa della morte consisterebbe in un suicidio dovuto al fallimento. Tuttavia la verità sarebbe solo parziale. Purtroppo è vera la notizia del decesso. Ema però “non era fallito in alcun modo“, si legge sul sito bufale.net che riporta invece motivazioni completamente diverse. Secondo le prime ricostruzioni fatte dai Carabinieri, i motivi dietro al suicidio sarebbero altri. Dalle prime ipotesi investigative, il famoso youtuber si sarebbe tolto la vita per ragioni sentimentali.

Chi parla di Emamotorsport morto è sicuro solo del fatto che Emanuele Sabatino sia stato trovato impiccato nella sua officina. Che cosa si nasconde davvero dietro a questo terribile gesto non è ancora noto. La notizia del decesso è stata data tramite i social. Inizialmente i fan pensavano che si trattasse di una bufala, tuttavia la conferma è stata data dalla moglie e dai colleghi.

La storia vera

Ema Motorsport è il nome d’arte di Emanuele Sabatino, noto meccanico nato a Milano nel 1976. Ema era diventato famoso grazie al suo canale Youtube seguito da oltre 260mila iscritti. La sua storia emergeva anche sulla pagina Facebook, seguita da oltre 700mila persone. Ema aveva anche un profilo Instagram con oltre 115mila follower. Sui social era solito pubblicare video nei quali spiegava le componenti delle automobili e il loro funzionamento.

I suoi fan lo seguivano con molto interesse. Lui era diventato il meccanico social più seguito d’Italia. Nella storia di Ema Motorsport c’è anche la tv. Il meccanico era infatti protagonista di due programmi sul canale MotorTrend. Uno si chiama “In officina con Ema”, l’altro “Cortesie per l’auto”.

Non è tutto. Emanuele Sabatino aveva anche scritto un libro, “Manuale di meccanica per invasati di motori”. Le pagine sono interamente dedicate al mondo delle automobili.

Ema Motorsport morto impiccato, la storia del fallimento è vera?

La storia vera di Ema Motorsport, ossia Emanuele Sabatino, era stata raccontata da lui stesso. “Ho iniziato a riparare auto all’età di 21 anni”, aveva fatto sapere in un’intervista rilasciata poco tempo fa al Corriere della Sera. “Poi avevo aperto un’officina a Melegnano in cui preparavo auto sportive. Ma una serie di circostanze non si sono incastrate – aveva confessato – e, complice la crisi, il castello di carta è crollato”. Con queste parole il meccanico aveva cercato di spiegare il declino subito con la sua prima attività.

Successivamente lo YuTuber si dedicò ad una seconda iniziativa. Cercò di mettere in piedi un negozio di bici da corsa ed elettriche. Fu tuttavia successivamente costretto a chiuderlo dopo esser rimasto vittima di un furto.

Nonostante questo, Ema non si è mai arreso. Decise infatti di lanciarsi in un’altra avventura anche grazie all’aiuto del padre. Avviò così una nuova attività imprenditoriale a Broni, in provincia di Pavia. Ema Motorsport diede vita alla sua officina in un capannone abbandonato. Iniziò a seguire corsi di marketing e comunicazione e deciso poi di buttarsi nel mondo dei social. Proprio così è diventato uno dei principali influencer di motori in Italia. “Non mi sono mai fermato. Il mio mantra è: fai tutte le cose che non faresti”, aveva rivelato Ema dopo il suo successo sui social.

Ema Motorsport morto suicida, le cause: perchè si è impiccato

Come abbiamo spiegato prima, il meccanico è morto impiccato, ma le cause non sono ancora note. I Carabinieri hanno iniziato a parlare di suicidio per motivi sentimentali, ma non ci sono ancora conferme.

“Esprimiamo il nostro profondo cordoglio per la prematura scomparsa di Ema – hanno scritto i colleghi dell’officina, dando l’annuncio della morte – collega e amico prezioso per tutti noi. La sua storia e le sue iniziative lo hanno portato a diventare un riferimento nel web amato e stimato da milioni di persone”. “Ciononostante, il successo non lo ha cambiato – fanno sapere gli amici – Ema è sempre rimasto un uomo dal cuore grande, un amico prezioso che si è preso cura di tutti noi senza pretendere nulla in cambio. Il suo sorriso e la sua vicinanza hanno saputo ristorarci ogni volta che abbiamo avuto bisogno”.

La famiglia ha fatto sapere che i funerali di Emanuele sabatino si terranno lunedì 13 dicembre alle ore 10.30 presso la chiesa di San Francesco di Siziano, in provincia di Pavia. Sono moltissimi i messaggi di cordoglio scritti sui social per l’amato meccanico. La storia di Ema Motorsport ha colpito tutti ed è stata per molti da esempio. La storia di un meccanico semplice e umile sull’orlo del fallimento, che in poco tempo, grazie alla sua passione alla voglia di riscattarsi, diventa una star del web.





Source link