Ciascun torneo prevede una prima fase con gironi all’italiana da quattro coppie ciascuno, e formula degli incontri sulla distanza dei tre set ai quattro game, con tie-break a sostituire il terzo. Vuol dire che ogni coppia avrà almeno tre incontri garantiti, quindi maggiori occasioni di confronto con i coetanei. Ma non è tutto.

Abbiamo anche inserito – continua Dell’Edera – una peculiarità molto formativa, stabilendo che la classifica dei gironi verrà determinata dal numero di game vinti da ciascuna coppia. Questo stimolerà tutti i ragazzi a provare a vincere un game anche nelle situazioni più complicate, con l’obiettivo di conquistare il punto. Si tratta di una bella novità che pone l’attenzione in modo importante sul fatto che ogni quindici di un incontro diventa determinante per conquistare un game, e quindi avere maggiori chance di accedere alla seconda fase di ciascun torneo”.

La vittoria di ciascuna tappa (eccetto la Tappa de Oro del Foro Italico, che assegnerà punti doppi) vale 100 punti per entrambi i giocatori; la finale 70, 50 i punti in palio per la semifinale, 30 per i quarti di finale e 15 per gli ottavi (ove disputati).

Contestualmente al circuito riservato agli agonisti, ce ne sarà come accennato uno anche per i possessori di tessera non agonistica. La struttura sarà identica, con la sola differenza che, come avviene per tutta l’attività non agonistica della Federazione Italiana Tennis, il circuito di svilupperà interamente sulla piattaforma FIT TPRA.



Source link