Partirà dalla Francia il cammino dell’Olimpia Milano nell’Eurolega 2022-2023. Un percorso che la squadra di Ettore Messina spera possa essere il più lungo possibile e che possa terminare con l’ultima partita della competizione. L’obiettivo di Milano, infatti, è quello di conquistare un posto nella Final Four e poi giocarsi anche un titolo europeo che manca in casa Olimpia ormai da moltissimi anni e precisamente dalla stagione 1987-1988.

Un inizio in terra francese e contro l’Asvel Villeurbanne, squadra che lo scorso anno ha impensierito Milano sia all’andata sia al ritorno. Infatti per l’Olimpia arrivò in entrambe le circostanze una vittoria con un solo punto di scarto: al Forum Melli e compagni recuperarono 16 punti di svantaggio, trovando poi il sorpasso con la tripla di Hall; mentre in Francia era stato Malcolm Delaney il protagonista con 25 punti e con Milano vittoriosa dopo un finale davvero rocambolesco.

E’ dunque una partita complicata per una Milano che è ancora in fase di costruzione come hanno dimostrato la Supercoppa e l’esordio in campionato contro Brescia. La società ha lavorato benissimo sul mercato ed Ettore Messina si trova tra le mani forse la miglior Olimpia dell’era Armani. La fortuna finora non ha assistito Milano, visto che sono stati davvero tanti gli infortuni in pre-stagione, ai quali si sono aggiunti anche quelli di Mitrou-Long e Baldasso nelle ultime due uscite con Virtus e Germani.

Sarà una Milano quasi senza play, con il solo Kevin Pangos vero uomo in cabina di regia. Il canadese è la stella del mercato milanese, arrivato al posto dell’idolo Chacho Rodriguez. C’è tanta pressione sull’ex giocatore dello Zalgiris, ma Pangos ha già dimostrato con Brescia tutto il suo valore, diventando protagonista nella rimonta dell’ultimo quarto. I nuovi si stanno integrando, come Brandon Davies che sta cercando di trovare i collegamenti con Nicolò Melli e Kyle Hines.

Proprio per l’americano sarà una partita speciale, visto che sarà la numero 358 della carriera in Eurolega. Nella classifica All-Time Hines raggiungerà al terzo posto una leggenda come Vassilis Spanoulis e c’è la possibilità a fine anno di prendersi anche la vetta, attualmente occupata dal lituano Paulius Jankunas, che si è ritirato al termine della scorsa stagione dopo aver toccato 392 partite in Eurolega.

Tornando al match di domani, l’Asvel si è rinforzata sul mercato e ha riportato in Francia un giocatore del calibro di Nando De Colo. Dopo gli anni a Mosca ed Istanbul (sponda Fenerbahce) il play francese rientra a casa, ricoprendo il ruolo di leader dentro e fuori dal campo con l’Asvel. Fari puntati anche su David Lighty e Charles Kahudi, già protagonisti contro Milano nella scorsa stagione, e pure sui due lunghi Joffrey Lauvergne e Youssoupha Fall.

Palla a due alle ore 20.00 per una Milano che vuole cominciare la sua avventura europea con una vittoria, dando già un segnale che quest’anno l’Olimpia punta ad arrivare fino in fondo.

Credit Ciamillo



Source link