A quattro anni di distanza dalla sua tragica scomparsa – avvenuta proprio in Italia in un incedente stradale – e a 15 dalla conquista di un indimenticabile titolo iridato che interruppe la striscia di trionfi di Valentino Rossi, Nicky Hayden è stato introdotto nella Motorsports Hall of Fame of America. Il ‘Kentucky Kid’, amatissimo ancora oggi da tanti appassionati delle due ruote, è stata la 269esima persona – un chiaro omaggio al suo numero di gara, il #69 – ad essere inserita in questo novero di leggende.

Nel 2018 Hayden è già stato inserito nella AMA Motorcycle Hall of Fame, ma la cerimonia del 2021 alla Motorsports Hall of Fame of America ha voluto onorare ulteriormente i risultati ottenuti in carriera dal campione del mondo MotoGP 2006 da una prospettiva ancora più ampia. La famiglia di Hayden – Jennifer, Tommy, Kathleen, Roger, Rose e Earl – ha partecipato alla 33esima edizione delle celebrazioni per le introduzioni alla MSHFA tenutasi a Pontiac, nel Michigan. Nicky conquistò il titolo in sella alla Honda, riportandola al vertice del Motomondiale per la prima volta dall’addio di Rossi. Quello sarebbe rimasto l’ultimo campionato vinto dalla casa nipponica fino al successo di Casey Stoner nel 2011.

A nome di tutta la comunità motociclistica, congratulazioni alla famiglia Hayden per questo prestigioso riconoscimento dei risultati di Nicky in pista e fuori – ha dichiarato Bill Savino, Senior Manager del Customer Engagement di American Honda – il Kentucky Kid occuperà sempre un posto nei nostri cuori – come pilota, ma soprattutto come persona – e siamo lieti che la Hall of Fame riconosca anche quanto fosse eccezionale”.




RIPRODUZIONE RISERVATA






Source link