Domenica alle 18 al Pala “Breccia” di Porano, contro il Basket Gubbio, comincia la nuova stagione dell’Orvieto Basket, con la prima giornata del campionato regionale di serie D. 

Tante le novità a partire dalla panchina: la squadra sarà infatti guidata da un nuovo coach, Emanuele Fratini in arrivo dalla San Giobbe Etruria – questa la nuova denominazione della San Giobbe Chiusi – alla sua prima esperienza su una panchina senior e nella passata stagione assistente di coach David Semplici. Con Fratini da Chiusi, arrivano anche Emilian Mihaies, Luca Rettori e Luca Dini che hanno già giocato con Chiusi nel corso della sua scalata alla A2.

«Un quarto innesto da Chiusi è atteso a Orvieto per le prossime settimane – spiega il presidente Carlo Febbraro – e sarà, se tutto procederà come previsto, un importante tassello. Continua e anzi si consolida ancora meglio e di più la collaborazione con la San Giobbe – continua il presidente – una collaborazione che interessa sia gli allenatori, sia i giocatori».

Questa sarà, per la prima squadra, la prima stagione senza Valerio Abet che ha deciso, dopo una lunghissima militanza, di lasciare il basket giocato per dedicarsi esclusivamente ad allenare i giovani: «A lui va il nostro grande ringraziamento – afferma Febbraro – per tutto ciò che ha fatto per Orvieto, ma lo avremo anche come coach di alcune squadre giovanili». Anche Filippo Giorgini ha deciso di interrompere l’attività agonistica per dedicarsi al completamento degli studi mentre è tornato in squadra Maksim Brinza, giovane classe 2005, che ha già fatto vedere ottime cose nel corso delle due stagioni trascorse alla Stella Azzurra Roma e che sta recuperando da un’operazione, perfettamente riuscita, subita lo scorso anno: «Lo vedremo presto con noi sia in serie D che nella squadra giovanile – dice Febbraro – e ancora un altro gradito ritorno abbiamo, questa volta di un senior di grande esperienza, quello di Simone Trinchitelli che ci porterà “fosforo” in un ruolo fondamentale come quello del play. Il resto della squadra si poggia sulla ossatura della stagione scorsa con Leonardo Pimpolari, Giacomo Tafuro, Filippo Russo, Giacomo Stella e Flavio Muzi, in serie D si allenerà anche Emilio Cavalloro, praticamente trasferito a Chiusi con la A2».

Pronte tutte le panchine di tutte le squadre Orvieto Basket: i 2004-2005 ovvero l’Under 19 saranno allenati da coach Emanuele Fratini per la continuità con la serie D; i 2006-2007, l’Under 17, saranno in parte impegnati con Chiusi nel campionato toscano con coach Semplici, in parte in quello umbro con i coach Russo e Borri; i 2008, l’Under 15, e i 2009, l’Under 14, saranno sotto la guida di coach Abet, mentre gli Esordienti saranno guidati da Simone Trinchitelli e Damiano Paloni.

«Questa sarà una stagione cruciale – si sbilancia il presidente Febbraro – l’ultima con vecchio ordinamento, La prossima stagione prevede una C unica (adesso divisa in C Gold e Silver) che vedrà la partecipazione per Umbria e Marche di 12 squadre. E a questo campionato Chiusi vorrebbe esserci per far crescere in una serie semiprofessionistica i giovani che domani saranno impiegati in A2. Per cui il nostro obiettivo è di arrivare a giocare i play-off, riuscire a vincere il campionato per poi andarci a giocare la promozione in serie C nel triangolare Umbria-Marche 1-Marche 2».

Un obiettivo importante per la squadra di Orvieto: «Sarà un campionato di livello – dice Febbraro – sarà avvincente e interessante perché tutte le squadre vogliono salire in C per cui tutte oltre a rinforzarsi hanno stretto accordi con club che disputano serie maggiori. Noi partiamo in debito di preparazione – ammette il presidente – siamo forse un po’ indietro e le prime partite saranno difficili ma sono certo che recupereremo presto e sapremo giocarcela in un crescendo che, con Chiusi accanto, ci darà delle belle soddisfazioni». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA





Source link