Dal covid all’approdo nella galassia City Football Group passando per la Serie B

Il 2022 è certamente un anno da ricordare per il Palermo FC, dalla scalata verso la Serie B al passaggio di proprietà al City Football Group. “Dal Covid-19 ad una promozione che fino allo scorso gennaio non era nemmeno preventivabile”, riporta l’edizione odierna de “La Gazzetta dello Sport”.

2022 DA URLO – Il nuovo anno si era aperto non certo nel migliore dei modi per i rosanero, con la squadra colpita dal cluster di contagi da Coronavirus durante lo stop natalizio del campionato di Serie C, proprio mentre sulla panchina sedeva l’allora neo tecnico Silvio Baldini. Il coach nativo di Massa alla guida del Palermo dopo il  benservito del presidente Dario Mirri a Giacomo Filippi, che lasciava la squadra al quarto posto in campionato. Alla guida della formazione rosanero viene chiamato Baldini, che già diciannove anni prima era stato tecnico nel capoluogo nell’era Zamparini. “Con il tecnico toscano la squadra nn ha quel cambio di passo sperato…” – scrive la rosea, che si sofferma anche sul nuovo uomo simbolo rosanero, Matteo Brunori.

BRUNORI, NUOVO IDOLO – L’attaccante italo-brasiliano, a suon di gol tiene a galla il miraggio della possibile promozione attraverso i playoff. Dalla sfuriata post Potenza, in puro stile “baldiniano”, tra il tecnico e la squadra scatta un’alchimia particolare con il Palermo che inanella una serie di successi, e complice la cancellazione dal campionato del Catania, porta la compagine rosanero a chiudere la regular season al terzo posto. Brunori, autore di 25 gol nel campionato regolare ne siglerà altri quattro durante i playoff promozione, regalando di fatto la Serie B al Palermo, a soli tre anni dal fallimento del vecchio club e la ripartenza dal ginepraio del campionato di Serie D.

GALASSIA CITY FOOTBALL GROUP – L’acquisizione dell’80% delle quote da parte della halding che fa capo allo sceicco proprietario del Manchester City, Mansour, rappresenta il vero colpo dell’anno. Solidità finanziaria e progetto chiaro sono alla base del nuovo corso rosanero, entrato nella galassia Citizens. Tutti i presupposti per iniziare al meglio il nuovo torneo cadetto, ma le dimissioni di Silvio Baldini e Ranzo Castagnini rivoluzionano il progetto societario. Il nuovo tecnico Eugenio Corini ed il binomio dirigenziale di mercato formato dal ds Leandro Rinaudo e dal responsabile del comparto scouting del City Football Group, Luciano Zavagno, rivoluzionano la squadra in soli venti giorni, ripartendo praticamente da zero.

SERIE B – Inizio tribolato e con fatica per il nuovo Palermo che si approccia al torneo cadetto, ma la certezza è sempre Matteo Brunori, che anche il Serie B si conferma assoluto bomber rosanero. Nove gol all’attivo ad una sola marcatura da Cheddira, attuale capocannoniere del campionato. “Grazie a quello che è diventato il suo capitano ed all’evoluzione imposta da Eugenio Corini, il Palermo guarda con fiducia al girone di ritorno” – chiude così la rosea.





Source link