Comincerà con il botto il nuovo anno del pattinaggio artistico per ciò che concerne i colori azzurri. Dal 25 al 29 gennaio si svolgeranno a Espoo (Finlandia) i Campionati Europei 2023, rassegna in cui l’Italia si presenterà con l’ambizione concreta di vincere il medagliere, presentandosi con una squadra altamente competitiva.

Ebbene sì, perché i nostri ragazzi si giocheranno più di una medaglia in ben tre specialità su quattro. Nella danza infatti potrebbe arrivare il primo titolo continentale per Charlène Guignard-Fabbri, i quali se la vedranno principalmente con i britannici Lilah Fear-Lewis Gibson.

Si raddoppiano inoltre le possibilità nelle coppie e nel singolo maschile. Nella prima prova infatti potrebbero arrivare addirittura due posizioni sul podio grazie alla presenza di Sara Conti-Niccolò Macii (terzi alle Finali Grand Prix 2022) e di Rebecca Ghilardi-Filippo Ambrosini. Nella seconda invece cercheranno di fare la voce grossa Daniel Grassl (Vice Campione Europeo in carica) e Matteo Rizzo, entrambi pronti a misurarsi con il duo transalpino formato da Adam Siao Him Fa e Kevin Aymoz. Obiettivo top 5 in ultimo per Lara Naki Gutmann, motivata a migliorare il suo rendimento sul ghiaccio.

Calendario Mondiali pattinaggio artistico 2023: programma, orari giornalieri, tv, streaming

L’intera competizione sarà visibile integralmente sulla piattaforma Discovery+. Previsti inoltre collegamenti in diretta e trasmissioni in differita sui canali lineari di Eurosport e su RAI Sport HD. Di seguito il programma provvisorio.

EUROEPI 2023 PATTINAGGIO ARTISTICO 2023: IL PROGRAMMA PROVVISORIO DELL’EVENTO

Mercoledì 25 gennaio

11:15 Short program coppie d’artistico
16:20 Short program individuale maschile

Giovedì 26 gennaio

11:00 Short program individuale femminile
18:00 Free program coppie d’artistico

Venerdì 27 gennaio

11:00 Rhythm dance danza sul ghiaccio
17:00 free program individuale maschile

Sabato 28 gennaio

12:00 Free program individuale femminile
17:30 Free dance danza sul ghiaccio

Domenica 29 gennaio

14:30 Exhibition Gala

Foto: Valerio Origo



Source link