I premiati dell'edizione 2017

I premiati dell’edizione 2017

Nella prima edizione del Festival dello Sport, un mese fa a Trento, la Gazzetta vi ha fatto incontrare dal vivo i grandi personaggi dello sport italiano. Da marted con la quarta edizione dei Gazzetta Sports Awards, invece, i grandi protagonisti sarete proprio voi lettori, ovviamente a livello virtuale. A partire dal 13 novembre, infatti, sul nostro sito potrete votare le 67 stelle (considerando i nomi che si ripeteranno) dell’anno che la nostra giura di esperti ha distribuito in 9 categorie riservando al voto popolare la prima selezione. Toccher a voi fare la scrematura scegliendo i tre finalisti per ogni categoria dai quali risulteranno i campioni dell’anno. Il meccanismo lo stesso dell’anno scorso quando il 12 dicembre sul palco degli Studios di via Mecenate sfilarono i campioni del 2017 pi due promesse. Quest’anno ci sar una categoria in meno (Fair Play) e due novit: rivelazione (le novit del 2018) e promesse (i giovani che potranno avere un grande futuro). Fra i tre nomi selezionati dai lettori sar poi la nostra giuria a scegliere insindacabilmente i nove campioni del 2018 che conoscerete il 4 dicembre nella premiazione che si terr in uno studio televisivo milanese e verr poi trasmessa il giorno dopo in prima serata su La 7. Sullo stesso palco sfileranno anche le leggende che vi annunceremo insieme ai nomi dei tre finalisti di ogni categoria. Insomma, non vi faremo rimpiangere lo spettacolo del 2017 quando furono premiati: Gigi Buffon (uomo dell’anno), Sofia Goggia (donna), Gian Piero Gasperini (allenatore), Juventus (squadra), Andrea Belotti (Performance), Andrea Dovizioso (exploit), Nazionale Sorde Pallavolo (Paralimpici), Matteo Manassero (Gentleman) pi le leggende Francesco Totti e Alberto Contador.

che anno Ma che anno stato il 2018 per lo sport italiano? Rispetto al 2017 va considerato innanzitutto che stato un anno olimpico, quello riservato ai Giochi Invernali. Il bilancio azzurro a Pyeongchang in linea con le previsioni del presidente del Malag stato di 10 medaglie ma la Corea ci ha soprattutto consegnato tre campionesse olimpiche, quindi raggruppare tutte e tre nella categoria Donna dell’anno: Arianna Fontana, Sofia Goggia e Michela Moioli. Proprio questa la categoria in cui la scelta sar particolarmente sofferta perch, fra le altre, sar difficile lasciar fuori dalla finale la triplice campionessa europea del nuoto Simona Quadarella. L’Olimpiade Invernale incider meno invece a livello maschile dove dalla Corea arrivato un solo argento, quello del fondista Federico Pellegrino. In compenso lontano dalle nevi l’Italia si particolarmente distinta: per non fare torto a nessuno vi rimandiamo all’elenco delle nove categorie ma non vorremmo essere nei vostri panni a lasciare fuori cinque degli otto nomi. Ma ovviamente la selezione sar dolorosa in tutti gli Awards che hanno il merito di mettere tutti sulle stesso piano, senza distinzione di sport e popolarit. E cos quando fra gli allenatori dovrete scegliere fra l’osannato tecnico juventino Massimiliano Allegri e la collega del calcio femminile Milena Bertolini, che ci ha portato al Mondiale, valutate i meriti pi che la polarit.


 Fausto Narducci 

© riproduzione riservata



Source link