I mondiali di calcio del Qatar sbarcano su computer e console. Non si tratta del classico videogame ufficiale, come è capitato in passato per quelli di Francia o del Sudafrica, ma di un aggiornamento scaricabile gratuito che aggiunge la competizione alle numerose modalità già disponibili in Fifa 23, l’ultimo capitolo della celebre serie di Electronic arts dedicata all’universo del pallone che oggi comprende anche lo street football ed è diventata una vetrina di primissimo piano per ogni genere di brand. Dal prossimo anno, dopo decenni di legami strettissimi con la Fifa, cambierà nome in Ea sports fc, ma intanto ha fatto il pieno di licenze. I mondiali del Qatar si affiancano infatti a una miriade di campionati e coppe, comprese Champions ed Europa league. Anche se si può giocare tutto e di più tranquillamente da soli, la filosofia sposa profondamente la sfera online. L’idea è seguire la manifestazione con la possibilità di disputare su Fifa 23 gli stessi match trasmessi in tv, mentre vengono rivalutate statistiche, formazioni e calendari man mano che avanza il torneo.

Alla partenza, anche secondo i calcoli di Ea, l’Argentina di Leo Messi rimane la favorita per la vittoria finale. Come tradizione, la casa americana ha simulato, prima del fischio d’inizio, l’intero torneo proprio usando come base Fifa 23 e decretando il suo ipotetico trionfatore. Se verrà confermato dai fatti, sarebbe la quarta volta consecutiva che il videogame di Ea sports indovina il risultato, dopo i successi assegnati a Spagna (2010), Germania (2014) e Francia (2018). I calciatori con le valutazioni più alte (superiori a 90 su 100) sono dodici: Lionel Messi (Argentina), Karim Benzema (Francia, che ha dovuto però dire addio all’ultimo momento al suo pallone d’oro), Robert Lewandowski (Polonia), Kevin De Bruyne (Belgio), Kylian Mbappé (Francia), Thibaut Courtois (Belgio), Neymar (Brasile), Cristiano Ronaldo (Portogallo), Manuel Neuer (Germania), Virgil van Dijk (Olanda), Casimiro (Brasile), Harry Kane (Inghilterra).

Fifa 23 punta parecchio sulla scienza dei numeri applicata al calcio, attraverso l’uso massiccio di intelligenza artificiale e big data, che hanno permesso di introdurre anche un nuovo sistema di animazioni iperrealistico, chiamato Hypermotion, fiore all’occhiello di questa edizione del videogame. A far da cornice ci sono le repliche fedeli degli stadi, che aiutano a immergersi nel clima dei grandi eventi. Con l’aggiornamento per i mondiali del Qatar entrano nella lista altri due templi moderni ricreati per l’occasione, cioè Lusail (dove si giocherà la finale della coppa) e l’Al Bayt (quella della partita inaugurale). Nelle prossime ore verrà sbloccata anche una funzione molto attesa dai fan che consente di riscrivere la storia, inserendo nel torneo pure le squadre non qualificate, come l’Italia, che almeno virtualmente potrà misurarsi con le altre nazionali.

© Riproduzione riservata





Source link