Un appassionato di videogiochi manageriali e ha disputato 100 stagioni, il risultato è stato incredibile. Sorprese infinite. In Italia le più titolate sono state Juve e Roma, ma ci sono stati anche tanti scudetti inaspettati, come gli 8 del Cagliari.

Chi si diletta con i videogiochi manageriali spesso arriva a un punto e si ferma. Perché si parte in una stagione, generalmente quella attuale, e grosso modo si procede in quelle seguenti, con la speranza di vincere scudetti e Champions. Si continua a giocare, pur osservando dei risultati clamorosi, e ci sono sempre gli stessi calciatori top, ma quando si continua a giocare con il proprio profilo per diverse stagioni, nella propria carriera si arriva a un punto quasi di non ritorno. Perché i calciatori che conosciamo non ci sono più e sono quasi tutti nuovi quelli che crea l’algoritmo e più pragmaticamente si prova a ripartire daccapo. Ma c’è chi invece ha continuato la carriera ed ha disputato 100 campionati, e dopo averli vissuti ha messo tutto in rete. Facendo scoprire così, a centinaia di utenti, cosa succede dopo un secolo di carriera. Le sorprese ovviamente non mancano.

Jonny Sharples ha fatto una piccola grande impresa e l’ha voluta documentare sui social e con una serie di tweet ha risposto alle curiosità di chi ama i videogiochi manageriali e non gioca per un secolo intero. Prima di postare tutto quest’uomo, un inglese, ha voluto specificare bene il suo percorso. Perché questo inglese ha iniziato a giocare con la versione 2013 di Football Manager e in questi nove anni e mezzo cambiando tre volte computer e tre volte pure casa ha giocato quasi 6mila partite.

Chi conosce bene questi giochi sa che anche solo procedendo di qualche stagione l’algoritmo regala delle grosse sorprese. Figuriamoci andando avanti di 100 anni. I risultati della Serie A sono davvero particolari. La Juventus nel secolo in cui ha giocato l’inglese ha vinto ben 40 scudetti! La Roma 35. Quindi il duello del secolo è stato quello tra bianconeri e giallorossi. Miserevole il bilancio delle milanesi: 1 titolo per l’Inter, 2 per il Milan. Sorprendente il Cagliari, che ha vinto 8 campionati, e 3 li ha conquistati l’Albinoleffe (che ora è in Serie C). Uno scudetto per Atalanta, Palermo e Treviso. Campioni pure Napoli e Lazio.

Giroud fa volare il Milan contro la Sampdoria: finisce 1-2, decisivo il rigore del francese

In Premier League c’è una netta prevalenza di Arsenal e Manchester United, ma non mancano le sorprese come il West Browmich Albion. 95 titoli su 100 in Scozia per il Celtic, gli altri per gli Hearts. Celtic che ha dominato pure perché è stata la squadra con cui ha giocato in gran parte Sharples. Mentre sono 83 quelli del Bayern in Bundesliga e 71 quelli del Psg, che lascia campionati al Marsiglia (una dozzina) e soprattutto al Tours, che milita nella Quinta serie francese!

Le uniche italiane a vincere la Champions League nei 100 anni di carriera sono state il Cagliari e la Roma, che ha servito un super poker. Mentre nel 2098 il Mondiale lo ha vinto la Costa d’Avorio. L’Italia invece ha conquistato gli Europei del 2076.





Source link